AGEs e vitamina D nei diabetici

Buoni e cattivi 

Alimenti grigliati glicazioneI prodotti finali di glicazione avanzata (AGE) e il loro recettore solubile (sRAGE) sono stati correlati con lo sviluppo di complicanze e mortalità tra individui con diabete di tipo 2 e con il rischio cardiovascolare.

Quanto, in pazienti con diabete e carenza di vitamina D, AGE e RAGE riflettono il rischio cardiovascolare?

E’ stato condotto uno studio trasversale in comunità di etnia ispanica e afroamericani con diabete 2 (n  = 64, 41 donne e 23 uomini, età media = 54 ± 9) a cui, oltre le misure antropometriche e il profilo lipidico, sono stati valutati i livelli serici di AGE e RAGE.

Risultati interessanti:
  1. associazione inversa significativa tra AGE e HDL-C, anche dopo aggiustamento per le covariate
  2. RAGE significativamente associato alla pressione arteriosa sistolica e diastolica (ma aggiustando per le covariate, l’associazione perdeva significatività).
Questi risultati confermano che AGE e RAGE sono correlati a marcatori di rischio cardiovascolare come HDL-C, pressione arteriosa sistolica e diastolica nella popolazione di studio con insufficienza/carenza di vitamina D e diabete di tipo 2. 

Le misure per ridurre i livelli sierici di AGE e migliorare sRAGE e i livelli della vitamina D sono raccomandate in queste popolazioni, per la riduzione del rischio cardiovascolare.

I prodotti finali di glicazione avanzata (AGE) si accumulano nei tessuti con l'invecchiamento e possono influenzare le malattie legate all'età. Possono essere stimati in modo non invasivo mediante autofluorescenza cutanea utilizzando l'AGE Reader™

La 25-idrossivitamina D3 (25 (OH) D3) può inibire l'accumulo di AGE attraverso proprietà antiossidanti e antinfiammatorie: nell’ambito del Rotterdam Study si è indagato proprio questo effetto con risultati interessanti: la vitamina D3 era inversamente associata agli AGEs tissutali accumulatisi negli 11 anni di follow up e ha spiegato l'1,5% della varianza dell’autoflorescenza indipendentemente dai fattori di rischio noti e dall'assunzione di farmaci. L'associazione era presente in entrambi i diabetici e non diabetici, entrambi i sessi, sia nei fumatori che nei non fumatori. 

Quindi oltre alla vitamina D, si potrebbe intervenire sulla dieta, evitando le cotture troppo forzate (tipo griglia) che favoriscono la formazione di AGE. Uno studio giapponese ha osservato una correlazione inversa tra assunzione di FUNGHI e AGEs tissutali!
 
 
Autori: Owusu J, Huffman F, Liuzzi J, Li T, Narayanan V.
Fonte: Curr Dev Nutr. 2019 Jun 13;3(Suppl 1). pii: nzz049.FS12-08-19. doi: 10.1093/cdn/nzz049.FS12-08-19. eCollection 2019 Jun.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6573970/


 
Autore:

DS Medica

Società leader in Italia nella nutrizione clinica e nella diagnostica per immagini. DS MEDICA è partner dei più importanti Istituti di Ricerca italiani ed internazionali nelle aree di eccellenza in cui esplica la sua attività.

Segui DS Medica      

Tecnologia e servizi approvati da:


EMA: European Medical Association


Federanziani

Sistema di certificazione qualità:

Uffici di rappresentanza:

Sede di Milano
Viale Monza 133
20125 - Milano
Sede di Roma
Viale Regina Margherita, 302
00198 – Roma
Sede di Napoli
Via Jannelli 646
80131 - Napoli