Microbiota che cambia

La dieta influenza il microbiota in modo differente tra uomini e donne

Immagine intestinoL'obesità è stata correlata alla disbiosi intestinale e la modifica della composizione del microbiota intestinale mediante strategie dietetiche promette di aiutare a gestire l'obesità.

Uno studio recente ha analizzato l'effetto di due diete dimagranti sulla composizione e sul profilo funzionale del microbiota intestinale.

Lo studio

I ricercatori hanno arruolato 55 uomini e 124 donne con BMI> 25 kg / m2 assegnandoli in modo casuale a una dieta moderatamente ricca di proteine (MHP) o a basso contenuto di grassi (LF). Hanno poi analizzato le differenze nell'abbondanza di batteri fecali prima e dopo 4 mesi di restrizione calorica. 

Dopo l'intervento, gli uomini in MHP hanno mostrato una significativa diminuzione di Negativicutes, Selenomonadales, Dielma e Dielma fastidiosa. Gli uomini LF, invece, hanno mostrato un aumento significativo di Bacilli, Lactobacillales, Christensenellaceae, Peptococcaceae e Streptococcaceae, Peptococcus, Streptococcus e Christensenella, Duncaniella dubosii_CP039396_93.49%, Roseburia sp_AB744234_98.96% e AlJistipes57. 

Per quanto riguarda le donne, quelle in MHP hanno aumentato Pasteurellales, Phascolarctobacterium succinatutens, Ruthenibacterium lactatiformans_LR215981_99.55% e hanno ridotto Phascolarctobacterium succinatutens_NR112902_99.56%. 

Infine, le donne LF hanno presentato una significativa diminuzione di Bacteroides clarus ed Erysipelothrix inopinata_CP060715_84,4%. 

Sorprendentemente, non sono stati trovati cambiamenti batterici corrispondenti tra questi quattro gruppi. 

In tutto, 10 vie metaboliche e 107 metaboliti correlati sono stati trovati implicati in questi cambiamenti batterici. Sette metaboliti sono stati confermati nel plasma.

Significato clinico

I cambiamenti legati alla perdita di peso nella composizione del microbiota intestinale e nel profilo funzionale si verificano in modo correlato al sesso e alla dieta, dimostrando che donne e uomini potrebbero trarre vantaggio in modo diverso dal consumo di diete MHP e LF.


Autori: Amanda Cuevas-Sierra, Ana Romo-Hualde, Paula Aranaz et Al. 
Fonte: Eur J Nutr. 2021 Feb 16. doi: 10.1007/s00394-021-02508-0.
Link della fonte: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33591390/



 
Autore:

DS Medica

Società leader in Italia nella nutrizione clinica e nella diagnostica per immagini. DS MEDICA è partner dei più importanti Istituti di Ricerca italiani ed internazionali nelle aree di eccellenza in cui esplica la sua attività.

Segui DS Medica      

Tecnologia e servizi approvati da:


EMA: European Medical Association


Federanziani

Sistema di certificazione qualità:

Uffici di rappresentanza:

Sede di Milano
Via Teodosio, 74
20131 - Milano
Sede di Roma
Viale Regina Margherita, 302
00198 – Roma
Sede di Napoli
Via Jannelli 646
80131 - Napoli